Quanta intelligenza dietro un portafoglio ottimizzato

Intelligenza artificiale dietro al portafoglio ottimizzato

Per una innovazione come il processo di ottimizzazione di portafoglio che abbiamo presentato ufficialmente  a dicembre, vi sono numerose tecnologie e tanto lavoro di ricerca che resta dietro le quinte, invisibile eppure fondamentale.

Uno dei protagonisti dell’evento dedicato al Portfolio Optimiser è stato Massimiliano Caporin, Docente di Statistica Economica presso l’Università di Padova, nel proprio ruolo di partner di Greta Associati, che ha collaborato con Objectway alla definizione e all’affinamento delle procedure e degli algoritmi di ottimizzazione. Caporin è una delle tante figure di grande spessore, determinanti nella riuscita del progetto.

Intelligenza al lavoro

È invece importante comprendere la profondità del lavoro che sta dietro alla soluzione come la vede l’utente finale e per questo abbiamo cercato il parere di Caporin rispetto alle tematiche tangenti all’ottimizzazione del portafoglio, per esempio l’intelligenza artificiale nelle sue branche più promettenti oggi, per esempio l’apprendimento meccanizzato: il machine learning.

Il video che segue è doppiamente interessante: mostra il ricercatore impegnato su un progetto di rilevanza immediata e concreta per il mercato e contemporaneamente lo scienziato che, grazie al suo approfondimento, vede più lontano dell’advisor o dell’investitore.

Un minuto di attenzione per guardare avanti, nell’occasione dell’innovazione presente.

 

 

Related to this story: